Moda e stile anni 90

Acqua e sapone, eccentrica e grounge!

La moda anni 90 dichiara guerra al decennio precedente: niente di quanto utilizzato resta nell’armadio! Via libera invece ad un abbigliamento comodo, all’utilizzo del jeans in tutte le salse, ai maglioni, alle camicie a quadri, alle minigonne con parigine annesse, ai vestitini stretti e corti e alla pancia scoperta!
Una vera e propria rivoluzione nei confronti del vecchio.

La donna di moda anni 90 si divide in due categorie: da un lato abbiamo esempi come Britney Spears o Alicia Silverstone, bellezze acqua e sapone, ragazze semplici e di bellezza quotidiana; dall’altro troviamo tipe alla Spice Gilrs, ragazze esageratamente colorate, con zeppe vertiginose e capelli colorati!

L’abbigliamento quotidiano diventa il più comune nella moda anni 90: jeans, t-shirt, maglioni, camicie larghe e vestitini casual vanno per la maggiore. Non dobbiamo dimenticare però che questo è il decennio delle Top, delle bellezze mozzafiato che cavalcano le passerelle: corpi perfetti ma al tempo stesso ultra femminili, che mettono in mostra le curve, che scoprono la pancia e giocano con le fantasie.

Uno stile che nasce proprio nella moda anni 90 è il grunge, come reazione all’hippy, al colorato, allo sfavillante che dagli anni 70 ha monopolizzato la moda: è fatto di velluto, camicini pesanti a quadri, colori cupi, maglie rock, giacche di pelle e scarponi pesanti come Cult e Dr. Martens.

I capelli vivono una nuova identità: treccine, chignon e codine sono alla base delle acconciature anni 90. S aggiungono le tinte per capelli color pastello che iniziano a prendere piede già nella moda anni 90. Concludono brillantini e trucchi metallizzati!