Moda e stile anni 50

Frizzante, bon ton e divertente!

La moda anni 50 vive la rinascita della sensualità femminile che si diverte a spaziare verso nuovi orizzonti inesplorati: dal tubino bon ton di Audrey Hepburn in “Colazione da Tiffany“, all’elegante vestito a ruota di Grace Kelly in “La finestra sul cortile“, passando per gli shorts delle pin up e lo street style di “Grease“!…

Tutto sommato la felicità è una piccola cosa

Trilussa non lo si studia a scuola, perché “poeta dialettale” per gli ignoranti delle scuole pubbliche significa spesso poeta volgare, e non nel senso del volgo (lingua del popolo) ma nel senso che oggi gli diamo, da ignoranti.

Tutto sommato la felicità è una piccola cosa vuol dire accontentarsi di quello che il mondo ci regala, anziché rincorrere sogni e virtù che non ci appartengono: persone prive di talento attoriale che fanno gli attori; uomini privi di capacità relazionali che fanno i venditori nella grande distribuzione organizzata cinese; donne che si avventurano in carriere d’isolamento costruite per loro da aziende sfruttatrici.

Moda e stile anni 40

Austerità, semplicità e praticità!

Così la donna anni 40 affronta l’avvento del nuovo conflitto mondiale: niente più fronzoli, niente più velleità; si al riciclo e al riuso di capi d’abbigliamento modificati per essere comodi e funzionali.
Si predilige uno stile militaresco, molto simile alle divise maschili indossate in guerra: spalle larghe e vita stretta per le giacche, camicie e gonne a tubo fino al ginocchio.…